Malta

Ci troviamo al centro del Mediterraneo nell’arcipelago maltese, costituito da Malta, Gozo e Comino, che nei loro 316 km totali racchiudono lo stile siciliano, arabo e inglese.

Il clima è mediterraneo con inverni miti e l’alta stagione, rappresentata dal caldo e dalla quasi assenza di vento, inizia subito dopo Pasqua fino a metà ottobre.

In poco più di una settimana si riesce a visitare tutta la nazione, passando dalle storiche cittadelle ai più splendenti e azzurri mari.

L’unico aeroporto presente si trova a Malta, mentre per poter andare da un’isola all’altra bisogna usare il traghetto (l’andata è gratuita e il ritorno costa meno di 5€)

La cucina è di tipo Mediterraneo con una forte influenza siciliana. Troverete inoltre molti ristoranti e bar italiani.

Il nostro tour inizia dall’omonima isola di Malta, dove a padroneggiare sono le tante e piccole città:

Sliema e St.Julians. Sliema è la zona più costosa nonché la più tranquilla, invece la sua vicina St.Julians è più animata, perfetta quindi per passare i pomeriggi tra la musica dei bar e il lungomare. Se fate un giro da queste parti passerete sicuramente di fianco alla chiesa di St.Julians e al giardino dei gatti (chiamato così perché vi si trovano tanti gatti).

Valletta. La capitale del paese è La Valletta. L’entrata principale della città è costituita dal gate realizzato da Renzo Piano, con due grandi scalinate laterali e edifici monocromi color bianco; infine centralmente alla piazza posta davanti all’entrata c’è l’imponente fontana del tritone. Oltre ai balconcini colorati, caratteristica tipica maltese, la città principale ha delle strade talmente ripide che vengono paragonate a quelle di San Francisco. Due sono le tappe fisse da non perdere: la concattedrale di San Giovanni, per scoprire chi erano i cavalieri di Malta e osservare i due grandi quadri di Caravaggio e gli Upper Barakka Gardens, giardini pubblici nei quali si svolge il colpo di cannone.

Infine ho visitato il giardino del palazzo di San Anton, non conosciuto ma molto romantico, dove il profumo dei fiori è molto intenso.

M’dina, l’ex capitale. È molto piccola e le strade sono strette con i muri dei palazzi e delle chiese interamente color ocra.

Qui vicino si trova il Ta’ Qali Crafts village, ossia il mercato dell’artigianato, ma ve lo sconsiglio perché c’è solo qualche negozio propriamente turistico e non ne vale assolutamente la pena.

Mosta; non ho girato il paese ma ho visitato soltanto la chiesa chiamata Rotonda di Mosta, che a pianta centrale è appunto, tonda. L’effetto visivo è davvero straordinario e non avevo mai visto prima una chiesa simile.

Tre città:Senglea, Cospiqua, Vittoriosa.

Quella di mezzo è Cospiqua ed è una semplice cittadina abitata dai paesani.

A Senglea vi consiglio di andare al forte di St.Michael, un punto d’interesse in cui è possibile visionare dello skyline di Valletta.

Infine Vittoriosa che è senz’altro tra le mie città preferite a Malta! Per entrare dovrete passare le tre porte murarie e all’interno vi sono esclusivamente stradine in pendenza con lunghi gradini tipici del medioevo (usati una volta dai cavalieri).

Qui ho anche fatto un giro del porto sulle loro tipiche barchette, mentre vi sconsiglio di prendere la carrozza col cavallo perché rischierete di pagarlo tantissimo!

Cittadella, un’altro paesino storico. Per poterci arrivare bisogna salire lungo una forte rampa, ma una volta arrivati su si può godere di un panorama pazzesco!

-Marsaxlokk, conosciuto come il paese dei pescatori, appena arrivate noterete le miliardi di barchette colorate nel porto.

The Limestone Heritage park e il tempio di Hagar Qim. Il primo è un museo che tratta della lavorazione della pietra tipica Maltese, il secondo è un templio megalitico. Le visite sono interessanti in quanto entrambi sono ben organizzati.

scogliere di Dingli. Situato sulle coste è tra i punti più alti dell’isola, infatti la vista è stupefacente.

Ho visitato poi la seconda isola più grande dell’arcipelago: Gozo. Sicuramente meno abitata, è ricoperta prevalentemente di verde ed è ciò che la differenzia da sua sorella. Come immagino sappiate lo scorso anno è caduta l’Azure Window, ma ciò non toglie assolutamente nulla a quest’isola che rimane bellissima.

Infine c’è Comino ma non l’ho visitata perché è un’isoletta molto piccola adatta al periodo estivo per potersi godere al massimo il mare cristallino e il cocente sole.

ph:tutte le foto sono scattate da me.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...